Skip to main content

Scanno, regina dell’arte della filigrana

L’arte orafa abita il territorio abruzzese a partire da tempi molto antichi. La sua storia è quella dei tanti artigiani che hanno popolato i nostri piccoli borghi colorandola delle diverse sfumature locali.

Inizia nel 1200, nella città di Sulmona, casa dei più eccellenti maestri d’Abruzzo. Poi pian piano i segreti della loro arte sono stati tramandati fino a giungere alle località montane più arroccate come Scanno che successivamente diventerà uno dei centri più importanti.

Dal 1600, infatti, i costumi tradizionali delle donne scannesi sono cosparsi di gioielli sempre più elaborati ma che rispettano la tradizione. Da quelli che dovevano essere semplici bottoni nascono vere e proprie linee di gioielli . In questo modo l’artigianato orafo scannese si specializza nella lavorazione della filigrana.

Questa è una lavorazione artigianale in cui l’intreccio di fili d’oro o d’argento viene fuso e fatto passare in una “trafila”, un banco con nastro di stoffa munito di ruota, che restituisce all’orafo sottilissimi fili con cui dar vita alla propria arte.

Dopo aver battuto e saldato questi fili  intorno a un telaio, entra in gioco la creatività dei mastri orafi scannesi che con ghirigori, motivi spiraliformi o floreali, somiglianti al merletto del tombolo,  danno vita a veri e propri capolavori d’arte.

Particolare è come le due arti principali della tradizione scannese, quali, l’oreficeria e il tombolo fossero molto simili, tanto che gli uomini e le donne si influenzavano a vicenda: l’orafo rielaborava con il metallo le fantasie floreali delle merlettaie.

In quel periodo in cui il costo del lavoro era di gran lunga inferiore a quello della materia prima, la  filigrana permetteva di realizzare leggeri e delicati manufatti, di grande effetto decorativo.

Date uno sguardo alla nostra sezione Filigrana per osservare i motivi più interessanti della nostra collezione.

 

Articoli, novità e curiosità

Un DIRI sotto l’albero

Prendi DI, aggiungi le prime due lettere di “RIenzo” e unisci le due sillabe. Ecco...

Gustando tradizioni romantiche e golose

Alla vigilia delle festa più dolce dell'anno, ovvero la notte della Befana, vi parleremo di...

Signore e signori…la “Presentosa”

“Una grande stella di filigrana con in mezzo due cuori” Gabriele D’Annunzio La natura della...

Shopping Cart