Skip to main content

Visita Guidata

“Conversare ha un giusto senso nell’aureo Circolo Di Rienzo, antico, vivo, senza noie pien di ninnoli e di gioie. Ospitale per natura l’accoglienza sempre pura , fa rivivere un passato or lontano e tanto amato.” scriveva il conte Crivelli Visconti, frequentatore appassionato del borgo abruzzese e della antica bottega orafa Di Rienzo.“… ….Il nostro incontro comincia con la visita guidata al museo, dove abbiamo conservato i gioielli dal 1800 che sono un pezzo di storia della nostra arte e tutti gli strumenti che all’epoca venivano usati per realizzare tali capolavori.(Forgia, mantice, laminatoio, trafila, banchetto e lucidatrice)…” Armando ci racconta che l’arte orafa scannese nacque come esigenza di adornare il costume che aveva dodici bellissimi bottoni. Intorno al collo, a completare l’ornamento, tintinnavano ad ogni passo le lunghissime” chiacchiere”, collane famose per il loro suono argentino; alle orecchie dondolavano dolcemente le “circejje”, con il gallo o la stellina che auguravano una buona giornata o una notte serena. Sul “commodino” splendeva la “presentosa”, stella di filigrana citata da D’annunzio; infine l’anello simbolo dell’amore:“ le manucce” dove la mano dell’uomo stringe quella della donna proteggendo il loro cuore per tutta la vita …Lucia ci fa rivivere l’emozione che provavano le nostre nonne quando austere indossavano l’abito muliebre cosi elegante e prezioso come eleganti e preziose erano le donne che curavano la famiglia “matriarcale” nei lunghi inverni mentre i mariti erano lontani per la transumanza… Per scoprire le storie di questi e degli altri gioielli unici ed esclusivi legati alle leggende tramandate dagli avi, venite a trovare Armando e Lucia: saranno felici di raccontarvele.

Prenota la tua visita guidata

Agenzia*

Provenienza*

Numero di persone*

Data*

Fascia oraria*

Email*

Numero di telefono (guida)*

Ulteriori informazioni

Shopping Cart